superare crisi di coppia con la danza dell'intimità

Come superare crisi di coppia: la danza dell’intimità

La paura e intimità sono incompatibili. Più affrontiamo la paura, più saremo intimi con il partner e superare crisi di coppia.

L’errore più comune che si commette in un rapporto è quello di proiettare sul partner difficoltà relazionali. Serve che prendi coscienza che il tuo partner non può essere disponibile a cambiare. Accanirsi su di lui significa solo aumentare le sue rigidità e difese.

L’unica persona che possiamo cambiare siamo noi stessi, ammesso che siamo veramente disponibili a farlo.

La danza dell’intimità, ovvero il suo infinito miglioramento e approfondimento, inizia con l’amarti e apprezzarti, quando ciò avviene sinceramente, puoi amare e apprezzare il tuo partner. Condividere l’intimità significa invece essere disponibili a presentare tutti gli aspetti della tua personalità. Non solo le parti spiacevoli, confortevoli e rassicuranti, ma anche quelle conflittuali, i lati oscuri, le ferite al tuo/alla tua partner. Spesso fingiamo davanti al nostro partner:

  • Siamo orgogliosi
  • volgiamo nascondere i difetti
  • desideriamo compiacerlo

Forse (forse), salviamo la faccia, ma l’intimità svanisce. Ed è impossibile superare crisi di coppia. Invece nella comunicazione intima tu metti in mostra tutte le idee, desideri, talenti e credenze. In questo clima di tenerezza e gentilezza anche il tuo partner è indotto a mostrare se stesso. In questo modo imparate ad approfondire reciprocamente l’amore. Apprezzerete il positivo che è presente in voi, trasformando o accettando gli aspetti più negativi che ciascuno possiede.

La danza dell’intimità è una danza a due sensi di marcia

La danza dell’intimità è una danza a due sensi di marcia perché entrambi voi due siete disposti a sostenervi a vicenda nel processo di crescita ed emancipazione. Si dice:

nella buona e nella cattiva sorte, finchè morte non ci separi

Non obblighiamo il partner a cambiare. In una dinamica di intimità, vive il rispetto reciproco. Il cambiamento non è una forzatura da parte tua verso il partner. Il cambiamento avviene in modo naturale, fluido, spontaneo, perché l’amore è una trasformazione continua. E possiamo amare e accettare il partner solo quando accettiamo e amiamo noi stessi. Se desideriamo che il partner sia più paziente, tollerante e disponibile con noi, per prima cosa alleniamoci ad esserlo con noi stessi. Questa è intimità! Questo è superare crisi di coppia. Se desideriamo ricevere più amore fisico, psicologico e spirituale, prima di tutto esercitiamoci a darlo.

Come superare crisi di coppia: i 3 ingredienti della danza dell’intimità

L’intimità è un valore culturalmente diverso per maschi e femmine: i maschi vengono educati alla sessualità, le femmine al sentimento. Tenete conto di queste differenze: in un rapporto di coppia, la donna potrà educare l’uomo la sentimento. Viceversa l’uomo potrà educare la donna alla sessualità. Accettare questa differenza è la strada per un sano rapporto simbiotico. Si tratta di un percorso difficile, da intraprendere con pazienza e amore. Cosa tenere presente?

Ingrediente #1 dell’intimità. La parità

L’intimità ha un ingrediente fondamentale: la parità tra i due partner. Alle nostre spalle abbiamo secoli di lotta tra i sessi, lotta di potere per il controllo l’uno dell’altro. A volte è stata una vera e propria violenza e sopraffazione di un sesso sull’altro. Mentre oggi possiamo fare la differenza. L’intimità è perdita di potere, perdita di controllo a favore di reciproca parità.

Ingrediente #2 dell’intimità. Lasciarsi andare

Per “lasciarsi andare” si intende la capacità di passare da uno stadio in cui al centro ci sei tu, ad uno stadio in cui al centro c’è la coppia. Si parla in questo caso di regressione perché è come tornare bambini. E’ possibile superare crisi di coppia perché si torna a giocare, a ridere, a scherzare. Si cerca di essere semplici e aperti, disponibili e spontanei con l’altro.

Molte donne hanno confessato in seduta che uno dei motivi per cui hanno scelto il loro partner è le che facevano ridere, si divertivano con loro e molte si sono lamentate che con il passare del tempo, questa spensieratezza svaniva – Rossana Zamburlin, Psicoterapeuta

Ingrediente #3 dell’intimità. Gesti di tenerezza e parole di disponibilità

I gesti di tenerezza e le parole di disponibilità neutralizzano il proprio ego e facilitano il soddisfacimento reciproco. Come avrai capito, anche in questo caso “si tratta di dare e poi di ricevere”. La paura dell’intimità viene invece trasmessa con la distanza e con il mettere in mezzo altro. Un rapido elenco? La carriera, il lavoro, i parenti, il computer, le pulizie di casa, la televisione, i figli, gli impegni politici e religiosi.

Conclusione

Per sviluppare intimità occorrono 3 ingredienti: gesti di tenerezza e parole di disponibilità, lasciarsi andare, parità. Devi dare, prima di ricevere qualcosa in cambio. Infine il tuo partner non può essere disponibile a cambiare. Accanirsi su di lui significa solo aumentare le sue rigidità e difese. Se ci tieni a lui, devi cambiare tu. Naturalmente lui deve fare la stessa cosa con te.

 

Dott. Gabriele Achilli psicologo milano

E tu vorresti migliorare l’intimità con il/la partner e superare crisi di coppia? Chiama ora per un consulto gratuito: 335-7832078