Quando usare gli sculaccioni

Quando usare gli sculaccioni nella crescita dei figli?

Meglio usare sempre le coccole o meglio usare gli sculaccioni per educare i figli? E’ un tema antico, ma sempre attuale quando ti trovi di fronte tuo figlio che ti fa perdere la pazienza

Mi scrive un papà via mail: “ho bimba di 19 mesi e sono un po’ in disaccordo con mia moglie, se si debba fare sempre quello che dice lei oppure no, ricorrendo magari quando non si riesce col ragionamento a qualche strillo o anche con maniere più forti. Insomma, quando usare gli sculaccioni?”.

Non importa quale modello pedagogico scegliete, né quale hanno usato i vostri genitori con voi. L’importante è che tra voi due partner ci sia un fronte unico, un accordo bilaterale inscalfibile, un’abitudine a mai dividersi di fronte ai figli. Regola n°1. Darsi sempre supporto e ragione in loro presenza. Poi da solo, a quattr’occhi c’è tempo per discutere con il tuo partner dei suoi errori, ma di fronte ai bimbini mai!

Quando usare gli sculaccioni. Se non sei d’accordo con il partner

Abbiamo detto “mai litigare di fronte ai bambini”. Però sbagliare è umano e certe volte non riusciamo a trattenerci. Cosa accade? La cosa importante è che dopo fate pace e che la fate davanti al figlio. Infatti è impossibile andare sempre d’accordo. Ciò di cui ha paura il bambino è che mamma e papà si lascino per sempre. Finchè nel suo cuore resta la certezza che mamma e papà a volte litigano, ma poi fanno pace, lui crescerà con una sicurezza grande: tra adulti si litiga, ma il legame è solido, perché il loro bene vince le divisioni.

Questa armonia è alla base di quel patrimoni di sicurezza, di calore, di fiducia che i figli porteranno nel loro zaino personale al momento della partenza per costruire a loro volta la loro vita. Per arrivare a questa sintonia di coppia servono ore di dialogo tra marito e moglie, una cancellazione totale del proprio orgoglio. Eliminate dunque dal vostro vocabolario frasi del tipo:

Che ti dicevo io?

Te l’avevo detto

Lo sapevo che avrei avuto ragione

Quando usare gli sculaccioni. Perché è sempre preferibile usare le coccole?

Le maniere forti devono essere sempre l’ultima spiaggia. Lo ripeto, per essere chiaro: le maniere forti devono essere SEMPRE l’ultima, l’ultimissima spiaggia!! Certo è un errore gravissimo fare tutto quello che la bambina chiede, perché è troppo piccola per capire l’obbedienza. Anzi è proprio in questi mesi che deve essere guidata a capire l’importanza delle regole per se stessa e per gli altri.

A voi deve essere chiaro cosa per voi è tollerabile che vostro figlio faccia. Trovare 4-5 regole di base e poi essere fermi da subito sul suo rispetto, in modo che sia chiaro quando è si, e quando è no”. Il pianto va “lasciato finire nel nulla” del non ascolto quando è una pretesa ingiusta. E questo condividendo assieme con il partner il disagio che esso provoca: è molto più facile accontentarlo, ma non lo state amando davvero. State solo facendo un piacere a voi stessi perché smette di darvi fastidio con le sue richieste.

Se fate bene questo lavoro, si conteranno sulle dita di una mano le volte in cui nel mese userete alzare la voce. Inoltre l’efficacia superiore delle carezze rispetto agli sculaccioni o peggio le sberle, è stata da tempo verificata scientificamente da decenni e ne parlo meglio in questo video:

Quando usare gli sculaccioni. Sono inutili se voi siete calmi e privi di stress.

Approfitto dell’argomento per dare un consiglio importante: riservate un’ora tutta per voi. Mandate a letto presto i bimbi, specie se piccoli e non ancora contaminati dal virus di Tv e Tablet. La casa silenziosa dopo le 21.00 – 21.30 offre finalmente spazio per fare il punto, per dirsi come è andata la giornata e per chiarirsi. I bambini tra l’altro rispettano questo rapporto costruito tra genitori. Altrimenti lo insidiano o addirittura lo sfruttano per giocare sul vostro antagonismo e ottenere da un genitore ciò che non ha ottenuto dall’altro.

Gabriele Achilli Psicologo Milano

Chiama ora per un consulto: 335 7832078