Se lui non vuole un figlio

Se lui non vuole un figlio: la paternità non può essere imposta dall’età o dal desiderio della compagna. Va coltivata a prescindere dalla vita di coppia

Molte donne condividono la difficile condizione di volere un figlio, ma di un partner che temporeggia. Queste faticano a capire che la condizione di paternità non è tanto un’idea, un orientamento spinto dalle circostanze, bensì un modo di essere.

La paternità è una condizione esistenziale, affettiva e psicologica, presente già prima di essere padri, che contrassegna una personalità maschile pienamente compiuta e realizzata. Per questo, a mio modo di vedere, è assolutamente corretto parlare di “istinto di paternità”, per indicare una spinta naturale a realizzare la paternità che un uomo già sente dentro di sé.

lui non vuole un figlioIl giovane padre, prima di esserlo per i suoi figli, lo è per amici e parenti, lo è sul lavoro e lo è per alcuni aspetti con la sua compagna: gli viene naturale essere padre verso chi ne ha bisogno. Purtroppo, moltissimi uomini, seppur persone eccezionali, non si trovano in questa condizione. Per essere raggiunta serve, nella biografia del maschio, un padre che sia stato affettivamente e spiritualmente presente, che abbia rafforzato, con il suo affetto e la sua guida, la crescita della personalità del figlio e la sua autostima. Decisivi sono gli interventi del padre per separare il figlio dall’unità fusionale con la madre, che continua anche dopo la nascita.

Solo così la paternità diventa una scelta autenticamente vissuta e non un “dover essere”.

E se la biografia del maschio non permettesse questo percorso?

Niente paura, se siete le loro compagne o madri, circondatelo di figure maschili con forti potenzialità paterne: padri simbolici con cui sviluppare relazioni significative dell’uomo con altri maschi. Questo spinge verso lo sviluppo di una maggiore maschilità, quindi verso l’avvicinamento alla paternità.

Dal punto di vista terapeutico, un percorso con uno specialista esperto di questi passaggi, può essere assai utile.

Gabriele Achilli