l’amicizia è importante tra gli adolescenti

I motivi scientifici per cui l’amicizia è importante tra gli adolescenti

I risultati di una ricerca scientifica dimostrano perché l’amicizia è importante tra gli adolescenti e perché non riescono a farne a meno

L’amicizia aiuta a cicatrizzare ogni genere di ferita morale e a stare meglio. Non si tratta di una leggenda metropolitana: ora abbiamo le prove scientifiche del perché l’amicizia è importante tra gli adolescenti e del perché resti un anello fondamentale del benessere anche per noi adulti.

L’amicizia è importante tra adolescenti perché migliora la gestione dello stress e riduce l’effetto del cortisolo. Quando un adolescente deve affrontare una prova – una discussione con un insegnante o un familiare, un conflitto con un compagno, un brutto voto … – subisce uno stress (misurabile in base all’aumento del tasso di cortisolo), e accusa un abbassamento di tono dell’umore. Ma se un amico è lì per sostenerlo, il suo stress si riduce più velocemente e la stima di sé può essere ristabilita in minor tempo.

L’amicizia è importante tra gli adolescenti perché rende resistenti alle prove

Gli effetti positivi dell’amicizia sono confermati da una ricerca condotta nel Quebec già nel 2011. A Montréal, 55 ragazzi e 48 ragazze di età compresa tra i 10 e i 12 anni hanno preso nota in un diario degli avvenimenti spiacevoli che accadevano loro nell’arco di tempo di 4 giorni. Nel contempo, si misurava regolarmente il loro tasso di cortisolo, attraverso semplici prelievi di saliva per misurare il loro livello di stress. Gli effetti positivi dell’amicizia erano ben visibili: è risultato che i ragazzi in compagnia di un amico resistevano molto meglio alle prove spiacevoli che dovevano affrontare.

Per William M. Bukowski, che ha condotto lo studio, questi risultati hanno una portata considerevole. Spiega il titolare della ricerca:

“Le reazioni fisiche e psicologiche alle esperienze negative vissute nell’infanzia si ripercuotono sulla vita adulta”

E’ fatto risaputo infatti che l’eccessiva secrezione di cortisolo può da solo provocare importanti cambiamenti fisiologici, fino addirittura alla immunosoppressione. Avete capito bene: una persona senza amici, ha il sistema immunitario più fragile, quindi si ammala più spesso!

L’amicizia è importante tra gli adolescenti perché rinforza l’autostima

Bukowski aggiunge anche che l’identità dell’essere umano si costituisce attorno a ciò che egli apprende su se stesso nella giovane età. Se sviluppa una fragile autostima, anche nell’età adulta l’immagine di se ne risentirà. L’adolescente vive un periodo di vita precario legato allo sviluppo fisico, ai cambiamenti corporei ed agli sbalzi di umore per via degli ormoni in circolo nel suo corpo. L’amicizia serve proprio a ricevere supporto e protezione di fronte alla precarietà a cui è esposto da:

  • sbalzi di umore causati da cicli ormonali: un giorno si sente super felice e un giorno si vede brutto, si sente incapace
  • corpo in trasformazione, che leva i suoi punti di riferimento e certezze proprie dell’infanzia
  • modifica di interessi culturali e relazionali
  • domande esistenziali (“Che senso ha la mia vita”, “che traccia voglio lasciare su questa terra?”) e identitarie (“Chi sono?”)

Sbalzi d’umore, cambiamenti e domande esistenziali sono opportunità di crescita, ma anche occasione di incertezza, dubbio e rischio di isolamento. Per questo l’amico è il miglior antidoto (antidepressivo) naturale che possa esistere. L’amico aiuta a trovare risposte a molte domande, è una spalla che rende forti o un baluardo che protegge. A differenza dell’adulto, l’amico vive le tue stesse avventure, prova le tue stesse esperienze ed emozioni. Soprattutto l’amicizia è importante tra gli adolescenti perché l’amico non giudica, come invece facciamo noi adulti. Quindi in questa fase, è preferito rispetto ai propri genitori o altri adulti.

L’amicizia è importante tra gli adolescenti: la febbre di consenso dei social network

Esiste il rovescio della medaglia. E’ quando l’adolescente si circonda di amici perché ha paura della solitudine. L’approccio alla tecnologia digitale e l’abuso degli smartphone sono la più classica testimonianza: l’adolescente impaurito dalla solitudine si impegna senza sosta nell’accumulare “mi piace”, “condivisioni”, “commenti” e “fun” con la propria attività online, dimenticando l’importanza della relazione dal vivo. E’ questo il più grave pericolo di questa generazione. E tuo figlio?

 

Riassumendo. Per tuo figlio adolescente l’amicizia è spesso messa al primo posto dei valori in cui crede. Ora è più facile capirne il perché l’amicizia è importante tra gli adolescenti: combatte gli effetti negativi del cortisolo, alza l’autostima, rende più forti e sicuri di fronte ad un compito.

Dott. Gabriele Achilli

Psicologo Figlio Adolescente Milano

Per un consulto chiama ora 3357832078