Essere creativi risolvere problemi

Come essere creativi e risolvere problemi in modo efficace

Dove ti trovi quando hai le idee migliori? Il segreto di Leonardo Da Vinci

Ripensa alla tua vita: quando hai preso le scelte più importanti? Quando hai trovato risposte a problemi che trovavi irrisolvibili fino ad un attimo prima? E come si può fare per essere creativi risolvere problemi e ritrovare benessere? Quale era il segreto di Leonardo Da Vinci per riuscire a fare tutto questo?

Perdonate l’ennesima domanda che vi faccio: piano piano ci avviciniamo alla soluzione del nostro problema:

  • Quanti di voi hanno buone idee, intuizioni, soluzioni quando stanno facendo la doccia?
  • Chi tra di voi generano delle buone idee mentre riposano nel loro letto?
  • E invece, sei tra le persone che hanno ottime idee mentre camminano nella natura? Oppure durante l’esercizio fisico (è questo il mio caso)?

Essere creativi e risolvere problemi in modo efficace: è possibile sul posto di lavoro?

A chi di voi viene in mente una bella idea sul posto di lavoro? A nessuno vero? Quello che accade nella doccia, nel bagno o alle 4 di mattino non accade sul posto di lavoro. Sul posto di lavoro è più difficile avere buone idee perché in realtà accadono due cose:

Sul posto di lavoro esiste ancora una sorta di imbarazzo. Se sbagli rischi di ricevere risposti del tipo:

“Ah ah ah, risposta sbagliata, sei un idiota”

Ma può bastare anche uno sguardo giudicante del capo o del collega per inibirti, demotivarti, farti desistere. Per non parlare dei ritmi frenetici e delle emergenze che ti possono capitare durante la giornata di lavoro e che ti impediscono anche solo di fare una pausa caffè.

Come essere creativi e risolvere problemi in modo efficace: sotto la doccia

Invece sotto la doccia, sul letto, mentre cammini nella natura invece sei rilassato. La tua mente è libera. Non hai paura di dire o pensare qualcosa di sbagliato. Quando sei al lavoro le onde del tuo cervello si trovano in uno stato attivo, chiamato “beta”: se guardassi il tracciato EECG (strumento di misurazione dell’attività celebrale), vedremmo un grafico molto animato, con numerosi picchi.

Invece quando stai riposando, in bagno o camminando nella natura, le onde del tuo cervello rallentano: sono in uno stato definito tecnicamente “alfa”.  E quando si passa ad uno stato di profondo relax invece le onde passano allo stato “gamma”. E questo è lo stato ottimale in cui il cervello ci fornisce l’ispirazione che stiamo cercando, magari da molto tempo. E’ per questo che Leonardo Da Vinci si svegliava alle 4 del mattino, aveva delle idee pazze e le scriveva sul suo taccuino. E’ questo quello che vedi se ti rechi alla Ambrosiana e guardi il suo quaderno. Trovi schizzi dell’anatomia umana, con a fianco la traduzione di una parola latina, con a fianco una formula scherzosa.

Uno dei modi più semplici per cominciare a pensare come Leonardo, per risvegliare quella parte della tua intelligenza è di cominciare a scrivere le tue migliori idee!

Perché scrivere le buone idee?

Ci sono 2 buone ragioni per scrivere le buone idee che ti vengono in mente:

  1. Dopo tanta fatica che hai fatto a fartela venire, è bene non dimenticarsela.
  2. Ricerche scientifiche ci dimostrano che scrivere un idea, un pensiero, un desiderio aumenta la probabilità che si realizzi. Infatti obblighi la mente a soffermarsi più tempo: scrivere è gesto più lento del pensare, quindi hai più tempo per metterla a fuoco. Inoltre scrivendo prendi un impegno più solido con te stesso.

Come essere creativi e risolvere problemi in modo efficace: non avere tempo vuol dire non avere la ricettività per ascoltare il tuo corpo.

La tua mente. il tuo corpo, la tua pancia ti parlano quando sei rilassato, tranquillo e ti trovi in solitudine. Eppure oggi il mondo è così indaffarato e frenetico. Non avere tempo vuol dire non avere la ricettività per ascoltare il tuo corpo. 

Quindi risveglia la tua curiosità, rallenta le tue giornate, concediti del tempo per pensare liberamente e ascoltare la tua voce interiore che ti parla: allora appunta i tuoi pensieri. Proprio come faceva Leonardo Da Vinci. Sembra un paradosso: quando la tua giornata è piena di scadenze e urgenze, rallentare ti sembra impossibile. Ti chiedi come sia possibile, anzi forse ritieni che sia inutile. Cerchi di sforzarti di essere creativi risolvere problemi in modo rapido e immediato, ma non ce la fai.

Solo rallentando puoi recuperare lucidità, serenità e forza per tornare con slancio a risolvere emergenze e problemi quotidiani.

Per riassumere: volete essere creativi risolvere problemi e ritrovare benessere? TROVATE DEL TEMPO PER RALLENTARE il vostro ritmo, anche il vostro cervello rallenterà raggiungendo lo stato “Alfa” e lo stato “Gamma”: quello che permette di trovare ispirazione. Quando hai finalmente una buona idea, scrivila!

Articolo liberamente tratto da Performance Strategies

Gabriele Achilli Psicologo Ansia Milano

Chiama ora per un consulto: 3357832078