che casino capire mio figlio libro

E’ uscito il mio nuovo libro, si chiama CHE CASINO CAPIRE MIO FIGLIO

Vieni alla presentazione del libro e conosci gli autori: Gabriele Achilli e Cecilia Angeli

Molti di voi già sapevano di questo nuovo progetto. Pochi però conoscevano quando sarebbe venuto alla luce e che lo stavo scrivendo assieme a Cecilia Angeli, collega di molte avventure professionali.

“Non mi parla, non so quel che pensa, che dice e che prova!”.

Con tuo figlio adolescente quante volte hai pronunciato frasi così? Per questo abbiamo raccolto pensieri ed emozioni sotto forma di frasi, domande e disegni, di oltre 5000 ragazzi tra gli 11 e i 18 anni. Quasi un decennio di lavoro.
Ci raccontano il loro approccio ai temi più importanti della loro vita: amore, amicizia, scuola e genitori. Non vediamo l’ora mostrartelo: siamo sicuri che leggendoli ritroverai anche la testa e il cuore di tuo figlio/a.
TI ASPETTIAMO SABATO 1 OTTOBRE alle 16.00, a Lissone, in occasione del Festival del Libro.

Ingresso gratuito.

Che Casino capire mio figlio. Leggi l’introduzione del libro qui sotto:

Quanto riportato in questo libro è il frutto della nostra attività professionale, svolta in stretta collaborazione con i ragazzi, i docenti e i genitori.  La nostra principale fonte di ispirazione è l’esperienza dei ragazzi e la nostra esperienza con loro. Di certo non mancano le ricerche bibliografiche e le nostre esperienze formative, ma tutto assume un valore nell’incontro con loro.

Abbiamo raccolto pensieri ed emozioni sotto forma di frasi, domande e disegni, di oltre 5000 ragazzi tra gli 11 e i 18 anni. Quasi un decennio di lavoro. Ci raccontano il loro approccio ai temi più importanti della loro vita: amore, amicizia, scuola e genitori.

Siamo sicuri che leggendoli ritroverai anche la testa e il cuore di tuo figlio/a. Ora che sta cambiando, che non lo/la riconosci più, troverai tanti spunti per a tornare comunicare, ma usando forme e strategie diverse. Potrai affrontare argomenti diventati tabù, ma anche ripensare il tuo ruolo di genitore e persona. Con questo libro desideriamo raccontare, attraverso le loro parole e le loro immagini, la loro vita, le loro emozioni e i loro pensieri. Sono ragazzi che stanno affrontando con coraggio, impegno e allegria, a volte un po’ di fatica o di esuberanza questa nuova era, a noi adulti forse un po’ distante e incomprensibile.

Troverete molti spunti per riflettere, passaggi che forse vi sorprenderanno, oppure aspetti ben noti. Ci auguriamo che questo viaggio nel mondo dei nativi digitali possa essere affascinante per voi come lo è per noi e che possiate ritrovare anche parti della vostra storia, di ciò che avete vissuto, e che a volte il tempo o la complessità delle cose, ci fa dimenticare.

Cap1. AMORE, Mamma e papà, mi sono innamorata

#cosa succede quando mi innamoro

Questa è una domanda difficile: sono tante le risposte possibili e ciascuno vive l’innamoramento a modo suo. Non c’è una risposta giusta o una risposta sbagliata. E si può rispondere in tanti modi: a parole, per immagini, per simboli, per azioni.

A seconda dello strumento scelto, si possono attivare aree cerebrali diverse: per esempio, se chiediamo di usare le parole, la maggior parte di noi inizia a descrivere l’amore, usando la parte del cervello razionale. Eppure sappiamo che l’amore è molto più che ragione!

 

 

che casino capire mio figlio libro

Matteo ha 12 anni e disegna un amore non ricambiato. Matteo non è Caravaggio ma ci fa subito capire che lui e lei hanno paura di esprimere i sentimenti che provano l’uno per l’altro ed entrambi soffrono per questo. Descriverlo a parole fa un effetto. Vederlo disegnato è tutta un’altra cosa.Il disegno di Matteo, mostrato a tutta la classe, ha permesso ai compagni di dialogare sulla “paura di esporsi”, sentimento condiviso da molti di loro. Le ragazze tendono ad idealizzare i rapporti d’amore e ciò è splendidamente rappresentato in questo disegno ricco di simboli di “perfezione”:

Che casino capire mio figlio libro

I maschi sanno essere molto romantici, molto più di quello che danno a vedere:

che casino capire mio figlio

E cosa pensi della visione espressa dall’autore del disegno qui sopra? È l’uomo che deve sedurre? È l’uomo che deve chiedere la mano di una compagna?

Avete notato il particolare in questo ultimo disegno? Le scarpe firmate di lui. Perché la moda a questa età dà sicurezza: essere come gli altri, essere alla moda, significa essere accettati. Sta a noi adulti il compito di aiutare i nostri figli e le nostre figlie a mediare tra il bisogno di sentirsi apprezzati/e e la schiavitù della moda.
Un saluto
Gabriele Achilli Psicologo Milano