L’età giusta per avere un figlio

Qual è l’età giusta per avere un figlio? E perché giudichiamo “male” chi decide di farlo tardi?

Avere un figlioSe è vero che la natura fa il suo corso e che non è molto comune rimanere incinta spontaneamente dopo i 45 anni, è anche vero che i progressi della scienza applicata alla medicina riproduttiva permettono sempre più spesso autentici miracoli.

In corrispondenza di annunci di gravidanza da parte di donne famose (da noi posso citare Carmen Russo o Gianna Nannini) si alza solitamente un gran polverone di commenti pro e contro.

Perché ci interessiamo così tanto delle scelte altrui in tema di maternità? E’ assolutamente normale perché queste notizie generano pensieri ed emozioni che riguardano la nostra quotidianità. Per esempio ci obbligano a chiederci quanto sia opportuno per una donna non più giovanissima diventi madre.

Sicuramente ci sentiamo in diritto di commentare e giudicare. Perché tanta foga nell’esaminare i modo critico le scelte di una persona che ha comunque compiuto un irreversibile atto d’amore? Tuttavia non lo allatteremo noi, non gli cambieremo noi i pannolini, non passeremo notti insonni con lui, ne avremo il compito di educarlo. Né toccherà a noi il rischio di non vederlo crescere perché invecchiati troppo velocemente.

Diventare madre è un vero lavoro (con buona pace dei miei compari maschietti che credono il contrario). E’ stancante per una donna di vent’anni, lo è ancora di più per chi ne ha 40 o 50. Quindi va prima di tutto dimostrata stima e rispetto per la scelta difficile che sta affrontando. Questo atteggiamento profondamente solidale è miracoloso per voi è per le persone che vi stanno accanto perché rende tutto più facile. Provare per credere!

 

Gabriele Achilli

*Articolo tratto da Io donna n°47 del 2012