Come aumentare la memoria degli studenti e aiutarli nello studio?

Uno dei problemi principali quando si studia è quello di riuscire “a tenere a mente” tutte le informazioni.

Nell’articolo precedente abbiamo visto i primi 5 passi di un percorso di 10. Benessere, libertà, aria, musica, pausa. Ecco le 5 successive:

6.RITMO

aumentare la memoria degli studentiA proposito dei numeri, voglio svelarti una strategia molto efficace, utilizzata da molti pubblicitari, al fine di farti ricordare i numeri. Essa consiste nel dire il numero utilizzando un forte ritmo e variandone la tonalità. Pensaci, tutte le pubblicità finalizzate a reclamizzare numeri utili si basano su questo principio.

12.40, 89.24.24, 892.892 sono soltanto alcuni di questi esempi e con ogni probabilità li ricordi anche se li hai sentiti una volta sola. Il ritmo coinvolge un’area cerebrale più ampia rispetto al solo numero: questo spiega la ragione per la quale risulta essere più semplice ricordare i numeri utilizzando anche questa strategia.

 7.DISEGNO

Un altro metodo per migliorare la tua capacità di visualizzazione consiste nel dedicare qualche minuto al giorno a copiare un disegno. In tal modo ottimizzerai la tua capacità di visualizzare e rappresentare le immagini, favorendo l’acquisizione delle immagini visive.

Disegnare, cercando di farlo sempre meglio, è un’attività rigenerante, creativa e distensiva.

8.ORARIO

Hai mai pensato che il tuo cervello è più predisposto ad apprendere in alcuni orari rispetto ad altri, perché in quel momento è più attivo? L’orario ideale per apprendere è certamente la mattina, per questa ragione ti consiglio di studiare i concetti nuovi la mattina e di utilizzare il pomeriggio e la sera per il ripasso e gli esercizi. Ti renderai conto che l’orario ideale per la memorizzazione è alle 11 del mattino, mentre l’orario peggiore è alle 14 del pomeriggio.

9.ASSONANZA

Soffermati molto bene su questo suggerimento poiché è senza dubbio uno dei più utili e più semplici da mettere in pratica. Quando ti trovi davanti ad una parola difficile, complessa da rappresentare in immagini o più semplicemente non sai su quale strategia fare affidamento, puoi usare l’assonanza.

Questo termine significa “che suona in maniera simile” e può essere applicato per un’infinità di circostanze. La parola “paralipomeni” rappresentata per assonanza può generare l’idea di un paracadutista o quella di una partoriente. Non importa se l’immagine ottenuta per assonanza si discosti molto dal significato originale della parola, sarà la tua memoria naturale a restituirti il vero significato.

10.UNIONE

Quando hai l’esigenza di ricordare una lista di cose da fare, oppure una lista di concetti, puoi creare un’unica immagine che vada a comprenderne varie. Se ad esempio vuoi ricordare i seguenti appuntamenti della giornata: “posta, banca, spesa e compleanno di Marta” puoi immaginare il tuo postino mentre entra in banca con due enormi borse della spesa e Marta che esce da una delle due borse.

Questa tecnica si rivela utilissima quando la lista è breve e non supera i 5 elementi.

 

Ricorda, aumentare la memoria degli studenti e aiutarli nello studio? Benessere, libertà, aria, musica, pausa, ritmo, disegno, orario, assonanza, unione.

Gabriele Achilli

 

Problemi di memoria di un tuo studente o di tuo figlio? Chiama ora per un primo consulto gratuito: 3357832078, oppure scrivi a info@gabrieleachilli.it