Analisi transazionale e matrimonio

Analisi transazionale e matrimonio. Il Bambino e l’Adulto a confronto nella tua storia d’amore.

In ognuno di noi sopravvive una parte bambina. Ora immaginate due partner che vanno in crisi: cosa accade a questa parte bambina? Solitamente prende il sopravvento. Per capirlo, potete guardare alla natura di un bambino. E’ facile per lui provare una delusione, ma soprattutto fatica a tollerarla. Ci vuole un adulto che lo sostenga.

Analisi transazionale e matrimonio Analisi transazionale e matrimonioIn un rapporto d’amore, l’esperienza della delusione è frequente: quante volte riconosciamo che il partner non è come ce lo aspettiamo? Allora se uno dei partner, o entrambi, è dominato dalla sua parte bambina, quelle che sono le prime incomprensioni o imperfezioni del rapporto, posso divenire come crepe insanabili e l’intero matrimonio può andare all’aria.

Di tutti i rapporti umani, il matrimonio è il più complesso. Poche alleanze suscitano emozioni così opposte (dall’estrema felicità al definitivo e gelido colpo di spugna) in così poco tempo. Se si considera tutto questo, si può comprendere quanto serva la presenza in ciascuno di noi di una parte adulta emancipata al fine di far funzionare a dovere questo rapporto.

Pochi e fortunati sono i giovani coniugi che hanno avuto la possibilità di contenere nella propria testa le “impressioni di un buon matrimonio”: i loro principali modelli di riferimento sono state le famiglie di origine e i media.

Le coppie delle proprie famiglie di origine hanno dovuto affrontare la stessa sfida “matrimoniale” e non sempre sono state un effettivo esempio per i neosposi. I media, invece, danno un’immagine di matrimonio perfetta e intrisa di sentimentalismo: il marito è un dirigente di grandi compagnie pubblicitarie, pienamente soddisfatto del suo lavoro, che ogni sera arriva con un mazzo di rose per la moglie snella e raggiante. Questa lo attende in una casa grande, con pavimenti preziosi e ampie finestre, dove sono accese candele e si può fare l’amore al suono della musica che giunge da un impianto stereo da urlo. Se ci sono dei bambini, questi sono piccoli prodigio, adeguati e rispettosi che di certo non intralceranno mai il siparietto amoroso dei genitori.

Quando l’illusione comincia a svanire, perché ci si confronta con la vita reale, ecco farsi vivo il Bambino che c’è in noi, deluso perché il suo giocattolo (il partner o la relazione con il suo partner) non è come si aspettava o si è rotto!

Il Bambino diventa di umore nero e non essendoci nessuno con cui prendersela, se la prende direttamente con l’altro partner!

Gabriele Achilli

 

E con il tuo partner, vince l’adulto o vince il bambino? Scrivimi su info@gabrieleachilli.it